Resta in contatto

News

Rrahmani: “Sarò sempre grato a Verona, alla sua tifoseria e a mister Juric”

Il difensore kosovaro a fine stagione passerà al Napoli, ma non dimenticherà facilmente la sua esperienza in gialloblù

È un’intervista davvero lunghissima quella concessa da Amir Rrahmani ai colleghi del Corriere dello Sport: il difensore kosovaro, promesso sposo del Napoli, ha infatti parlato di Covid, Verona, futuro e tanto altro.

Di seguito, dunque, le sue principali dichiarazioni.

IL COVID-19. «All’inizio di questa emergenza neanch’io avevo avuto la giusta percezione del dramma che poi effettivamente è stato. Adesso la situazione lascia ben sperare, ma non è il momento di abbassare la guardia. Zaccagni? Ho parlato tanto con lui: si è un po’ spaventato, ma i sintomi erano lievi e quindi si è ripreso in fretta».

LA QUARANTENA. «Negli ultimi due mesi ho avuto modo di leggere, guardare qualche film e giocare con i videogames e ovviamente allenarmi, anche se in modo un po’ insolito. Una volta a settimana, poi, uscivo per fare la spesa. Ora non vedo l’ora di riprendere i ritmi e le abitudini pre-quarantena».

LE PORTE CHIUSE. «Quando ripartiremo non potremo avere gente allo stadio: è un calcio surreale e meno emozionante, come abbiamo già avuto modo di saggiare a Genova contro la Sampdoria, ma va affrontato così…».

RRAHMANI. «Credo di essere un giocatore tatticamente intelligente, che sa leggere le situazioni in anticipo. Devo invece migliorare in fase offensiva: sulle palle inattive quest’anno avrei sicuramente potuto fare di più».

LA STAGIONE. «Finora l’annata mia è del Verona è stata straordinaria: abbiamo colto grandi risultati ma siamo sempre rimasti con i piedi per terra perché sapevamo che l’obiettivo rimane la salvezza. Obiettivi? Come squadra vogliamo raggiungere al più presto la matematica certezza della permanenza in Serie A. Non parlo di Europa perché dopo tre mesi di stop è come se iniziasse un nuovo campionato, e questo potrebbe stravolgere gli equilibri. Per quanto mi riguarda, io cerco di rimanere sordo ai complimenti per continuare a lavorare, perché so che posso ancora migliorare».

JURIC. «Il nostro mister è sempre concentrato sul lavoro, 24 ore su 24: pensa alla squadra, ai singoli, agli avversari e a come vincere le partite. Trasmette sicurezza. Gli devo molto, perché mi ha insegnato a giocare “a tre” e mi ha trasformato in un difensore moderno: credo abbia ancora molto da insegnarmi, e io ho voglia di apprendere».

VERONA. «L’interesse dell’Hellas è stato inaspettato, ma quando ho saputo dell’offerta ho subito accettato perché sapevo che solo la Serie A mi avrebbe detto quale fosse effettivamente il mio valore. Verona è straordinaria, combina passione e fedeltà assoluta per la squadra: c’è sempre tanta gente, a prescindere dalla partita».

IL NAPOLI. «Parlare del Napoli in questo momento mi crea imbarazzo perché ho grande rispetto per l’Hellas, ma quando mi si è presentata l’opportunità di giocare in una squadra che lotta per arrivare in fondo a tutte le competizioni non ho potuto rifiutare. Quando è arrivata l’offerta ne ho parlato con Juric, e lui mi ha chiesto solamente di mantenere il mio rendimento, cosa che penso di aver fatto: sono un professionista, metto sempre il massimo dell’impegno in quello che faccio. A Verona sono stato benissimo, e il giorno in cui andrò via saluterò tutti nel migliore dei modi. Non dimenticherò mai chi mi ha dato la possibilità di arrivare nel grande calcio: devo tanto a questa città e a questa tifoseria, entrambe meravigliose».

TOP E FLOP. «Credo che la prestazione più soddisfacente sia stata quella contro la Fiorentina, una partita durante la quale non abbiamo concesso nulla ad attaccanti molto forti. Vorrei invece rigiocare la sfida contro il Torino: è vero, abbiamo rimontato da 0-3 a 3-3, ma abbiamo preso di quei gol…».

IDOLI E AVVERSARI. «Maldini è senz’altro il mio modello di riferimento, ma ho sempre avuto un debole anche per Vermaelen. Gli attaccanti più difficili da marcare? Cristiano Ronaldo, Boga e Gervinho».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News