Resta in contatto

Hellas Verona Women

Naila Ramera: “Che soddisfazione lo scudetto con il Verona! E sul match di domani…”

Foto: Hellas Verona Women

La doppia ex dell’incontro in programma domani all’Olivieri si è raccontata a Hellas Channel

Un passato in Verona e Inter quando ancora erano rispettivamente Verona Calcio Femminile e Inter Milano, uno scudetto in gialloblù e tante amiche tra le giocatrici che domani si affronteranno all’Olivieri: tutto questo è Naila Ramera, ex-centrocampista nonché doppia ex dell’incontro in programma in via Sogare.

Per l’occasione Hellas Channel ha quindi deciso di raggiungerla e scambiare con lei due chiacchiere tra passato e presente: di seguito, dunque, le sue principali dichiarazioni.

TRA PASSATO E PRESENTE. «Hellas Verona-Inter è il sogno di quando ai miei tempi si scontravano l’Inter Milano e il Verona Calcio Femminile: tutte speravamo in questa evoluzione per avere delle basi più solide e un’organizzazione professionistica. Tante volte ci è stato chiesto di comportarci da professioniste per numero e orari di allenamento, ma dall’altra parte spesso c’erano delle mancanze. Adesso, da fuori, posso dire che mi pare sia una situazione molto più favorevole rispetto a quando giocavo io: all’epoca o avevi il calcio oppure era difficile migliorare, mentre ora esistono selezioni giovanili che permettono di imparare dalle basi. Dico sempre che avrei voluto nascere 10 anni dopo, ma penso che questo lo dicano tutte le calciatrici più o meno della mia età (ride, ndr). Quanto mi manca il calcio? Quando ripenso alle sfide più importanti, quelle in cui saliva il batticuore, ancora mi scende una lacrimuccia… Ormai sono tre anni che ho smesso, ma ancora mi manca parecchio».

GIOVANI PROMESSE. «Ai tempi del Fiammamonza ricordo di aver visto Benedetta Glionna giocare con una delle nostre formazioni giovanili: era veramente forte, si vedeva già che aveva qualcosa in più. So che c’era poi anche Sofia Cantore, ma lei sinceramente non me la ricordo…».

SODDISFAZIONI. «Credo che i miei più grandi successi in ambito calcistico siano stati lo scudetto vinto con il Verona Calcio Femminile e successivamente la partecipazione alla Champions. Sono rientrata proprio in quella stagione dopo un lungo infortunio, un percorso anche personale che mi ha portato all’enorme emozione di giocare al Bentegodi con la maglia uguale a quella dell’Hellas, nera con inserti gialli, anche se non era la stessa società».

VERONA CITTÀ. «Mi sento di dire che Verona è diventata la mia città, io oggi vivo a Peschiera e questi luoghi sono diventati la mia casa. È questa la città in cui mi volevo fermare, mi trasmette e mi ha trasmesso tanto».

EX COMPAGNE. «Sono contenta di vedere Nichele e Pasini stabilmente in Serie A. Veronica di recente è anche venuta a trovarmi, mentre Elena ai tempi mi aveva particolarmente colpita: fuori era molto timida, mentre in campo si trasformava. Sono poi felice di vedere due ex Atalanta come Gritti e Zanoletti: con loro condivido bei ricordi».

PRONOSTICO. «Vista la partita d’andata e vista la situazione di classifica sono certa che sarà una partita tosta. Credo che il Verona abbia qualcosina in più di potenziale, però sinceramente non saprei dare il nome di una favorita: l’Hellas vorrà riscattarsi dal risultato maturato a Sassuolo, che non rispecchia la prestazione della squadra, mentre l’Inter, che ha pareggiato giocando bene con la Florentia, vorrà continuare a fare bene».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Hellas Verona Women