Resta in contatto

Esclusive

ESC. CH – Manno: “A Verona un’annata difficile, ma che mi ha insegnato molto”

Ph. Alessandro Allegretti

L’attaccante della Pink Bari, la scorsa stagione all’Hellas e prossima avversaria proprio delle gialloblù, ha parlato in esclusiva ai nostri microfoni

Manca sempre meno al ritorno in campo dell’Hellas Verona Women: le ragazze sabato saranno attesa dalla difficilissima partita in casa della Pink Bari, squadra che l’anno scorso sconfisse le gialloblù sia all’andata che al ritorno.

Per l’occasione abbiamo quindi deciso di raggiungere una freschissima ex dell’incontro, Noemi Manno, la quale ci ha parlato della prossima sfida contro il suo recente passato, ma non solo.

Di seguito, dunque, la nostra intervista integrale alla giovane attaccante siciliana.

Dopo un solo anno al Verona, hai deciso di tornare a Bari: cosa non ha funzionato nella tua esperienza in gialloblù?
«Per me l’ultimo è senz’altro stato un anno difficile, ma da parte mia penso di non avere commesso “errori”: ho dato tutta me stessa e credo di aver fatto bene, allenandomi con costanza e intensità, quindi sotto questo aspetto non ho nulla da rimproverarmi. Le poche presenze sono semplicemente state scelte dell’allenatrice, che probabilmente non mi “vedeva”…».

Cosa ti porti dentro dall’esperienza scaligera?
«È stata un’esperienza mi è servita moltissimo, anche solo per il fatto di essere al Nord: magari non è stata troppo positiva, però mi ha fatto capire quanto posso essere forte e mi ha insegnato a non mollare mai. Ho conosciuto una nuova parte di me che mi ha aiutata nel superare ostacoli mai affrontati prima».

Sappiamo che sei rimasta in ottimi rapporti con molte delle tue ex compagne…
«È vero, ho un bellissimo ricordo di tutte le ragazze: “Nena” Nichele, Laura Perin, Margherita Giubilato, Camilla Forcinella, Bianca Bardin, Federica Veritti… Ho trovato persone che sono tuttora importanti per me e che spero continuino a esserlo per tutta la vita».

Che Bari arriverà alla partita contro l’Hellas?
«Noi, a prescindere dall’avversario, non sottovalutiamo mai nessuna partita, quindi ci stiamo preparando al meglio. Siamo una bella squadra, così come l’Hellas, quindi giocheremo con umiltà ma a testa alta, mettendo in campo quanto abbiamo preparato negli ultimi mesi e soprattutto nell’ultima settimana».

Hai visto l’inizio di campionato del Verona? Come ti sembra rispetto a quella della scorsa stagione?
«Come detto quest’anno l’Hellas è forte e molto organizzata, così come lo era l’anno scorso, anche se probabilmente durante l’ultima stagione non siamo riuscite a far emergere tutte le nostre potenzialità. So che le ragazze si stanno trovando bene sia con le nuove arrivate che con il mister: ripeto, sono una buona squadra, quindi scenderemo in campo con rispetto e attenzione».

Che tipo di gara immagini per sabato?
«Mi aspetto una partita veramente combattuta, una sfida in cui entrambe le parti metteranno forza, grinta e carattere. Credo che la voglia di vincere sarà determinante, perché sotto l’aspetto qualitativo le due squadre si equivalgono. Per quanto mi riguarda, ovviamente mi farà un certo effetto giocare contro le mie ex compagne, ma la mia priorità ora è la Pink Bari e quindi spero di fare bene per la mia squadra».

Chiudiamo con una battuta: “arancino” o “arancina”?
«In Sicilia c’è una vera e propria guerra a riguardo: io sono dalla parte delle “arancine”, che è la pronuncia corretta…».

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Esclusive