Resta in contatto

Approfondimenti

Mercato Verona: per il centrocampo l’obiettivo è Costa. Marchetti resterà un’idea

Tra uscite ed entrate, il punto sul mercato invernale dell’Hellas Verona

Chissà quanti nomi e quante operazioni verranno associate al Verona da qui alla fine del mercato. La verità è che Tony D’Amico, il responsabile dell’area tecnica gialloblù, si è già espresso. “Abbiamo lavorato tanto e bene durante l’estate. Avevamo parlato chiaramente ai giocatori: chi sta con noi sa qual è l’obiettivo e per raggiungerlo abbiamo bisogno di gente che giochi una, due o trenta partite con la stessa intensità e voglia”.

GLI SCONTENTI. Nel club degli scontenti ci finiscono senza dubbio Calvano, Laribi e Cissè, ma non è detto che tutti e tre partano. Anzi, a partire sarà probabilmente soltanto il primo. Simone Calvano, recuperato dall’oblio nel quale era caduto, infortuni compresi, un po’ per la situazione disperata della passata stagione e naturalmente per meriti, ha disputato buone partite in Serie A. Con l’arrivo di Grosso le sue presenze sono state rarissime e per questo potrebbe decidere di andare a giocare altrove. Su di lui ci sarebbero Foggia e Cosenza: nel primo caso non sarebbe sicuro di un posto da titolare, mentre nel secondo sì. Il problema è un altro, ovvero il campionato che il Cosenza farà da qui a fine anno. Fossati verrà ufficializzato presto al Monza e con lui andrà anche Bearzotti di ritorno dal giro in Calabria.

LARIBI E CISSÈ. Dopo l’infortunio di Ragusa, nessuno dei due sarebbe cedibile. L’avrebbe chiesto lo stesso Grosso a D’Amico. Per Cissè si tratta di una stagione sfortunata: prima che arrivasse l’infortunio nell’amichevole estiva contro la Fiorentina, era infatti partito alla grande nei primi giorni di ritiro. Le sue apparizioni successive non sono però state confortanti. Per Laribi il discorso è diverso. Il giocatore sta accettando con la faccia scura la panchina, ma per il club gialloblù sarebbe fuori dal mercato. Protagonista della vittoria a Crotone e con lo Spezia, l’ex cesenate è stato importante nell’inizio di campionato, e potrebbe esserlo anche alla ripresa: Grosso sta infatti pensando a lui come esterno per dare il cambio a Lee o a Matos, visto che ormai il tecnico sembra intenzionato a continuare con un centrocampo muscolare.

AFFARE COSTA. Il Verona sarebbe ad un passo dall’esterno basso di sinistra Filippo Costa della Spal, un giocatore che il meglio lo ha messo in mostra col Chievo, tanto da vincere anche lo Scudetto Primavera con i gialloblù della Diga. È  in quella zona del campo che il Verona si vuole rafforzare.

CIAO MARCHETTI. Alcune indiscrezioni avevano fatto rimbalzare fino a Verona la voce di un possibile arrivo di Federico Marchetti, l’ex portiere della Lazio che sostituì al Mondiale in Sud Africa l’infortunato Buffon. L’Hellas l’aveva cercato anche nell’estate del 2017 per la Serie A, ma l’oneroso ingaggio era apparso un ostacolo insormontabile. Ora, con l’arrivo di Prandelli al Genoa, ma soprattutto con l’ottimo finale di 2018 di Silvestri, pare che questa trattativa (se mai ci fosse realmente stata) sia definitivamente tramontata.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Resterà..solo idee…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Cacassola vitale sprocati caceres, varrebbero comodo

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Approfondimenti