Resta in contatto

Rubriche

Brescia-Hellas Verona, le pagelle gialloblù di CalcioHellas

Queste le valutazioni della redazione di CalcioHellas sulle prestazioni dei giocatori scaligeri in occasione del match perso contro il Brescia

Silvestri 4. Una domenica bestiale per il portiere del Verona che ha sul groppone almeno due delle quattro reti subite. Sempre incerto tra i pali.

Crescenzi 5. Tanta volontà ma pure molta imprecisione. Ndoj sembra Ronaldo. Prova insufficiente.

Marrone 5. Fa quello che può ma già con una squadra più coperta è in difficoltà, figurarsi con uno schieramento offensivo. Colpevole in occasione della prima segnatura delle rondinelle.

Caracciolo 6. Il gol e tante chiusure di esperienza lo salvano dall’insufficienza. L’abbiamo visto giocare molto, ma molto meglio. Donnarumma se lo ricorderà per un po’ di tempo.

Empereur 5,5. Senza infamia ne lode nei tre schierati dietro da Grosso. Ha il merito di scodellare il pallone per Pazzini in occasione della seconda marcatura del Verona. Qualche sbavatura.

Henderson 4. Lo scozzesino è irriconoscibile. Dà troppa libertà al fenomeno Tonali ma non è supportato nemmeno da Colombatto.

Colombatto 4,5. La vede passare poco dalle sue parti. Corre a vuoto e si fa pure ammonire. Prova molto scarsa.

Ragusa 5. Corre e cerca di superare l’uomo ma spesso la cattiveria del bresciano Sabelli, hanno la meglio. Dobbiamo ancora vedere il migliore Ragusa.

Laribi 4. Il ragazzo ha qualcosa che non va. Era partito alla grande sia in Coppa Italia che nelle prime di campionato ma adesso è irriconoscibile. Sempre per secondo sulla palla.

Di Carmine 5. L’intesa con Pazzini c’è ma lo spunto ancora no. Becca pochi palloni. Periodo nero anche per l’ex bomber del Perugia.

Pazzini 6. Il capitano rispolverato da Grosso dopo un mese di assenza, non tradisce. Vede poco come tutta la squadra nel primo tempo, meglio nella ripresa. L’unico che calcia in porta e trova anche un gol dei suoi.

Dawidowicz 5,5. Entra al posto di Henderson ma non cambia molto. Anzi prende pure qualche calcione. Da rivedere.

Matos 5. Subentra all’evanescente Laribi. Cerca il dribbling ma non riesce a superare nemmeno un avversario. L’mportante è che torni presto il Matos prima dell’infortunio.

Zaccagni sv. Poco in campo per una valutazione.

Grosso 4. Non abbiamo capito come ha schierato il Verona. Alza le solite cortine fumogene nel dopo partita. 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche