Resta in contatto

News

Inter-Verona, quanti brasiliani e quante storie

Romulo

Una sfida alla Scala del calcio, uno dei simboli del calcio italiano oggi pomeriggio sarà ricco invece di brasiliani all’interno del rettangolo di gioco

BRASILE. Una gara che riserva tre punti importantissimi per entrambe le formazioni e che vede tra i probabili in campo, una lunga schiera di giocatori provenienti dallo stato sud americano più grande: il Brasile. Rafinha, Miranda e Dalbert da una parte, Matos, Romulo e Nicolas dall’altra, senza contare Eder pronto a subentrare dalla panchina.

UNA SFIDA TRA “AMICI”. Già, perchè tra i diversi brasiliani, la gara include anche un incrocio tra due conoscenti: Matos e Rafinha. Come riporta infatti la Gazzetta dello Sport, i due giocatori erano stati convocato dal ct del Brasile Under 22 Alexandre Gallo nel 2014, per il torneo internazionale che si sarebbe svolto in Cina a Wuhan. Nella competizione il gialloblù segnerà una rete alla Corea del Sud, mentre l’ex Barcellona dovrà dare forfait per colpa di un infortunio che non li permetterà di rientrare nella lista dei 20 finalisti.

Contro i nerazzurri proprio l’esterno brasiliano del Verona cercherà di realizzare la prima rete in questa stagione, come fece nel 2009 con addosso la maglia della Fiorentina. Era la finale scudetto Allievi e in quell’occasione Matos segnò il 3-1.

ORIUNDI. Il quotidiano rosa ricorda inoltre quando Romulo, in maniera molto sincera ammise a Prandelli di essere solo al 70% della condizione fisica. Con una stretta di mano l’allora tecnico della Nazionale Italiana, lo salutò e Romulo disse addio al Mondiale in Casa del 2014. “Siccome non si finirà mai di discutere se sia giusto che quelli come me giochino in Nazionale, questa è una polemica inutile“, a proposito di oriundi, queste sono le parole di Eder che risponde alle critiche, uno che però ci fece saltare tutti in piedi col suo gol alla Svezia, mentre saltava come paletti quegli enormi giocatori gialli.

Al Verona l’attaccante ex Sampdoria ha già fatto male: 2 reti, proprio con la maglia blucerchiata, ma non tutti sanno che invece Pecchia e Eder hanno giocato assieme per pochi mesi con il Frosinone nel 2008.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News