Resta in contatto

News

Serie A, parlano i numeri: chi cambia tecnico migliora la media punti

Come si sa, le scelte difficili, portano cambiamenti. Quelle dei 7 allenatori cambiati in questa metà stagione per esempio, hanno portato quasi tutte dei risultati positivi. Come riporta L’Arena questa mattina, osservando la media punti di ogni club, prima e dopo il cambio di allenatore, solo il Milan e il Crotone hanno un valore più basso rispetto al precedente: 1.42 con Montella, 1.00 con Gattuso e 0.80 con Nicola, 0.75 con Zenga.

Sassuolo, Udinese, Genoa, Cagliari e Benevento, tutte le avversarie (o ex, visto l’attuale posizione dell’Udinese) del Verona nella lotta salvezza infatti, hanno migliorato il loro rendimento dopo il cambio di panchina, con un conseguente salto in classifica. I neroverdi, dopo l’arrivo di Iachini hanno raccolto 3 vittorie, 1 pareggio e una sconfitta (m.p. 2.00), i sardi con Diego Lopez hanno raccolto 14 punti in 11 giornate (1.27) rispetto ai 6 in 8 gare sotto la guida di Rastelli. Il Benevento che con Baroni era il fanalino di coda a 0 punti, con De Zerbi non ha cambiato posizione in classifica ma è riuscito ad ottenere un incredibile punto contro il Milan e proprio la settimana scorsa, la prima storica vittoria in Serie A a discapito del Chievo (0.40).

Anche il Genoa ha accresciuto la propria media punti dopo l’addio di Juric e l’arrivo di Ballardini, con il serbo era di 0.50 mentre con l’emiliano è attualmente a 1.71. E’ un discorso a sé stante quello dell’Udinese, che con l’arrivo di Oddo è passata dal combattere per la salvezza a lottare per un posto in Europa: 1 sconfitta e poi 5 vittorie consecutive, media punti schizzata da 1.00 di Del Neri a 2.50. Un cambiamento incredibile quello dei friulani che ora non smettono di sognare.

Guardano quasi basiti i tifosi gialloblù del Verona. Tutte le squadre che lo circondano e contro le quali lotta per salvarsi (eccetto la Spal) hanno cambiato e tratto al massimo i benefici da questo cambio di allenatore, non è difficile porsi la domanda e chiedersi dove sarebbe attualmente il club di Setti con un altro allenatore seduto sulla panchina al posto di Pecchia, la cui media punti è soltanto 0.68… una risposta è però impossibile da dare. I supporters sperano solamente che la società abbia preso la decisione giusta a lasciare le cose invariate. Lo si vedrà a fine stagione.

11 Commenti

11
Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Ma siamo in crescita! Così dicono.

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Guardate l’Udinese cosa sta facendo dopo il cambio.

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

PECCHIA INCAPACE!

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

No teniamo per sempre questo osso da morto adesso perdiamo Pazzini che non è un fenomeno ma una mano la poteva dare !

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Due parole solo
MADATELO VIA!!!

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Guarda le belle statuine.

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Sinceramente a me Pecchia non piace,però, se vogliamo guardare bene la maggior parte di colpa deriva da Setti e Company

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Alla società sta bene tornare in serie b, così col paracadute si prende dei bei milioncini di euro

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Specchia ha riuscito a diventare brocco anche Pazzini allenatore con poca esperienza per questo Verona che di qualità manca moltissimo.

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Come volevasi dimostrare, bisognava cambiare

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

siamo in crescita…

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News