Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Torino, Juric: “A Verona due anni bellissimi. Non ho chiesto giocatori dell’Hellas”

Foto: Torino FC

Le prime dichiarazioni dell’allenatore croato da tecnico del club granata

L’ex Hellas Verona, Ivan Juric, ha parlato nella conferenza stampa di presentazione da nuovo allenatore del Torino. Queste alcune delle sue principali dichiarazioni:

PRIME SENSAZIONI.Quando fai due anni come il Toro, vuol dire che ci sono problemi vari. Devi partire da questo, non devi illudere: si parte per migliorare e portare un calcio propositivo e aggressivo, facendo passi in avanti. Adesso dire un obiettivo non ci sta”.

HELLAS. “A Verona abbiamo fatto un decimo e un nono posto, valorizzando i giocatori. Ed è una cosa bellissima”.

PERCHÈ IL TORO.C’era sensazione di capirsi e avere idee simili. È una rosa da 10-12 giocatori da 96 in su, che possono fare meglio. La rosa migliorerà, Vagnati cercherà giocatori con queste caratteristiche per lavorare al meglio. Vedo prospettiva, è uno stimolo per far crescere la società e migliorarsi. Sicuro che il presidente sarà presente, qui possiamo creare qualcosa: è ciò che mi ha spinto ad accettare”.

RINFORZI DALL’HELLAS. “Non ho chiesto nessuno, non credo nemmeno che lo farò. Non ho chiesto nessuno dell’Hellas, nella mia testa non c’è questa idea. Può succedere di tutto, ma in questo momento no”.

SUL GIOCO. “Anche se potrebbe mancarci qualcosa, la perfezione non esiste e abbiamo le idee chiare. Dobbiamo adattarci e capire cosa si può fare: mettendo centrocampisti in attacco abbiamo ottenuto i srisultati ma posso anche dire che sono contento dell’organico che ho a disposizione, visto che lo scorso anno sono stati presi SanabriaMandragoraLinettyRodriguez…non sono abituato a questo ma per ora mi voglio fidare della società. Voglio un calcio dinamico, in cui si sia attenzione, concentrazione e una condizione fisica che consenta di andare in verticale; per adesso, comunque, abbiamo già i valori giusti per fare bene: non ho chiesto nessuno di particolare alla società, anche se il mercato è lungo e può succedere di tutto”.

ROSA. “Ho alcuni giocatori su cui voglio puntare sicuramente: BremerMandragoraSanabriaLukic e Buongiorno per dirne alcuni. Poi abbiamo anche elementi come VojvodaSingoAina che possono esserci di grande aiuto, ma più che parlare di rivoluzione bisognerebbe dire servono 4-5 giocatori di spessore, anche giovani, da mettere dentro. In Italia credo che ci dobbiamo ispirare al mio vecchio club, l’Hellas, e all’Atalanta: gioco aggressivo, andare a prendere l’avversario e fargli capire subito che vogliamo vincere sempre a costo di anche di rischiare”.

PORTIERIMilinkovic-Savic è il titolare, Berisha il secondo”.

BELOTTI. “Deve scegliere lui se restare o cambiare: per noi è sicuramente importante. Negli ultimi mesi non era più lui, forse perchè la squadra non  otteneva risultati e lui non si sentiva valorizzato: bisogna capire i problemi dove sono e cercare di risolverli”.

57 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

57 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News