Resta in contatto

Le Pagelle di CalcioHellas

Napoli-Verona 1-1, le pagelle gialloblù di CH

L’Hellas strappa ai partenopei i sogni Champions: protagonista un monumentale Günter, ma pure Juric non scherza

È un Verona che chiude in bellezza quello visto stasera al Maradona: i gialloblù, grazie a una prova di altissimo livello, hanno infatti portato a casa un ottimo punto contro il Napoli, condannando poi di fatto i partenopei all’Europa League.

Senza perdere tempo, ecco dunque le pagelle dei gialloblù.

PANDUR: 6

Voto politico: praticamente mai impegnato, incolpevole sul gol.

CECCHERINI: 7

Un paio di ottimi interventi, contribuisce ad arginare lo strapotere offensivo del Napoli. Esce dal campo stremato.

GÜNTER: 7,5

Partita semplicemente monumentale da parte del turco-tedesco. Stanotte seguirà gli attaccanti del Napoli anche nei loro incubi. Suo il lancio che manda in porta Faraoni: certo, più che merito suo è demerito dei difensori avversari, ma tant’è. Osimhen gli salta in testa in occasione del gol del Napoli? Sì, ma con probabile fallo…

DIMARCO: 7

Attento in difesa, si rende anche pericoloso in avanti. Grande partita in entrambe le fasi.

FARAONI: 7,5

Stantuffo inesauribile sulla destra, trova anche un grandissimo gol. Da vice-capitano conosceva l’importanza di questa partita e l’ha dimostrato nel migliore dei modi.

DAWIDOWICZ: 6,5

Finché resta in campo mette muscoli e cuore al servizio della causa.

ILIC: 6,5

Non si vede moltissimo, ma è prezioso sia in fase di interdizione che quando, pur con semplicità, c’è da costruire.

LAZOVIC: 7

Spinge e si rende pericoloso, ma è in difesa che fa le cose più belle immolandosi per due volte: la prima su Insigne è ottima

BESSA: 6,5

Qualche buono spunto anche se nulla di trascendentale: alla fine contribuisce al risultato.

ZACCAGNI: 7

Finalmente un po’ di “vero” Zaccagni. Contribuisce a condannare quella che forse sarà la sua prossima squadra, ma di questo si parlerà a partire da domani.

KALINIC: 6

Qualche sponda, una doppia occasione bloccata da Rrahmani e poco altro. In una serata così, comunque, non ci sentiamo di dare insufficienze.

UDOGIE: 6,5

Entra in campo in un ruolo non suo e svolge il compito con grande personalità.

LASAGNA: 6

Si vede poco, ma per lui vale lo stesso discorso fatto per Kalinic

BERARDI: 6

Debutta in Serie A e ha modo di sporcarsi i guantoni con un paio di interventi.

LOVATO: 6

Contribuisce a tenere su il muro dell’Hellas.

RÜEGG: 6

Tiene su il pallone.

JURIC: 10

Il suo Verona si scrolla di dosso un po’ di sfortuna, disputa una grande partita e strappa al Napoli i sogni europei. È la sfuriata a difesa dei suoi a valergli però il massimo dei voti al termine di una serata di altissimo livello. Guai a mettere in dubbio l’impegno dei gialloblù!

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Masaccio
Masaccio
24 giorni fa

Grand Hellas! Setti non farti scappare Juric…. grande Allenatore e grande uomo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
24 giorni fa

I capelli di Gunter sono da 4……ma sul resto concordo😂….. Sempre e solo Forza Hellas

Pippo gialloblu
Pippo gialloblu
24 giorni fa

Impressionante anche Udogie entra in campo come se fosse una partita qualsiasi, parte palla al piede e lo fermano solo con un fallo. E finalmente un grande Gunter, anche se Oshimen è stato fumo e poco arrosto. Nonostante questa bellissima partita però siamo molto tristi, perdere Juric vuol dire tornare a livelli bassi, senza sogni, senza aspettative e con tanta paura di tornare nei bassifondi della classifica. Condannati come sempre a soffirire, come sempre sudore e lacrime x i butei de Verona.

Leo Panzer
Leo Panzer
24 giorni fa

Ilic merita un voto più alto…semplicemente perfetto.

Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!
Advertisement

Altro da Le Pagelle di CalcioHellas